MIM - 059 771195 - [email protected] - [email protected] - Cod. Mecc. mois00200c
Immagine dell'informazione Richiesta passaggio al Levi

Richiesta passaggio al Levi

Nel corso dell’anno scolastico diverse famiglie si rivolgono all’Istituto P. Levi per chiedere cambi di istituto o di indirizzo.

In questa pagina troverete le informazioni a riguardo.

In calce i moduli per le richieste

STUDENTI INTERNI ALL’IIS LEVI

Per gli studenti dell’IIS Levi iscritti alla classe prima e seconda che intendono cambiare indirizzo di studi, all’interno della scuola, la famiglia deve confrontarsi con il coordinatore della classe, al fine di valutare le motivazioni alla base del cambiamento. 

Constatato con il coordinatore il necessario riorientamento, la famiglia compilerà il format  (presente in calce) di cambio di indirizzo. La Presidenza, se lo riterrà utile ed opportuno chiederà informazioni e/o parere ai docenti della classe per valutare le motivazioni addotte e valuterà se esiste la possibilità numerica del cambiamento richiesto. Nel caso in cui il passaggio sia possibile la famiglia dovrà presentare domanda scritta per tale passaggio entro il 31 dicembre.

STUDENTI PROVENIENTI DA ALTRI ISTITUTI

Gli alunni iscritti alla classe prima e seconda di altri Istituti possono richiedere l’iscrizione alla nostra scuola, anche su indirizzi diversi da quelli frequentati, entro il 31 dicembre di ogni anno scolastico. Per procedere è consigliabile riferirsi alla seguente procedura: 

  1. contattare il coordinatore di classe e/o il docente che si occupa di orientamento, riorientamento o disagio nella scuola di appartenenza e individuare la nuova scuola in cui trasferirsi; 
  2. contattare il Dirigente scolastico dell’IIS Levi, che verifica la possibilità di accogliere un nuovo studente sulla base della disponibilità di posti e degli elementi indicati da norme e regolamenti (attraverso il format predisposto sul sito);
  3. richiedere il nulla-osta (si veda il glossario in fondo alla scheda) alla scuola di provenienza solo dopo aver verificato la possibilità di iscrizione presso l’IIS Levi. 
  4. La famiglia deve infine completare le operazioni di iscrizione presso la segreteria didattica della sede di Via Resistenza 800 Vignola.

I successivi passaggi di documenti vengono curati dalle segreterie delle scuole di appartenenza e dell’IIS Levi. 

Nel caso la richiesta sia effettuata dopo il 31 dicembre il passaggio è possibile solo al termine dell’anno scolastico e deve essere svolto secondo le modalità previste al punto successivo (studenti iscritti alle classi successive alla prima)

 

STUDENTI ISCRITTI ALLE CLASSI SUCCESSIVE ALLA PRIMA STUDENTI PROVENIENTI DA ALTRI INDIRIZZI DI STUDI

Non sono ammessi passaggi da altro indirizzo di studi dell’istruzione secondaria superiore in corso d’anno per le classi successive alla seconda e si deve attendere la conclusione dell’anno scolastico. 

Per questo tipo di passaggi si differenziano tre possibili situazioni: 

1. Nel caso in cui lo studente venga promosso può chiedere di sostenere esami integrativi (si veda il Glossario in fondo alla scheda) per essere inserito, all’IIS Levi, nella classe successiva a quella già frequentata. 

2. Nel caso di studente non promosso si può richiedere l’ammissione, all’IIS Levi, alla classe corrispondente a quella già frequentata; in tale caso è necessario sostenere esami integrativi (si veda il glossario in fondo alla scheda) 

3. Nel caso di studente con giudizio sospeso, questi è tenuto a svolgere le verifiche per il recupero del debito nella scuola di provenienza. In relazione ai risultati di tali verifiche lo studente verrà a trovarsi nella situazione 1 o 2.

 In tutti i tre casi è necessario rivolgersi all’istituto Levi, dopo gli esiti dell’anno scolastico ed entro il 30 giugno per: 

- compilare una richiesta per sostenere gli esami integrativi; 

- consegnare copia della/e pagella/e della scuola di provenienza; 

- ricevere indicazioni su discipline ed argomenti che saranno oggetto degli esami da sostenere. 

- ottenere informazioni sulle date degli esami. 

Nel caso in cui l’esame integrativo abbia esito negativo, la commissione d’esame, in base all’esito delle prove, può deliberare l’ammissione alla classe precedente a quella richiesta. E’ fondamentale che studente e famiglia restino sempre in contatto sia con la scuola di provenienza che con quella di destinazione, per verificare che tutte le operazioni sopra descritte siano portate a termine. La possibilità di inserimento di nuovi alunni in classi successive alla prima dipende da vari fattori e può quindi accadere che la scuola non sia in grado di assicurare l’accoglienza degli studenti. Nel caso si creasse una situazione tale da rendere impossibile l’inserimento, sarà cura della scuola di provenienza (che non ha ancora rilasciato il nulla-osta) cercare, con lo studente e la famiglia, possibili soluzioni per garantire il diritto allo studio.

 

STUDENTI PROVENIENTI DALLO STESSO INDIRIZZO DI STUDI

Gli studenti di tutte le classi che provengono dallo stesso indirizzo di studi, e che quindi non devono sostenere esami integrativi, possono essere accettati dall’IIS Levi, fino al 31 dicembre, seguendo le stesse procedure degli studenti iscritti alla classe prima provenienti da altri istituti. 

 

STUDENTI PROVENIENTI DA ALTRE SCUOLE PER CAMBIO DI RESIDENZA

Gli studenti provenienti da altre scuole che intendono trasferirsi all’IIS Levi a causa del cambio di residenza (dell’intera famiglia, o di parte di essa) non sono soggetti ai vincoli temporali sopraindicati (31/12/) in quanto il trasferimento è dovuto ad una necessità. In questi casi la Presidenza valuterà caso per caso la possibilità di accoglimento all’IIS Levi, con particolare attenzione agli studenti in situazione di obbligo scolastico.

 

MODALITA’ OPERATIVE

 Il Collegio docenti e il Consiglio d'istituto, nelle rispettive competenze, hanno determinato quanto segue:

  1. Gli studenti provenienti da altri Istituti (o di questo stesso Istituto interessati al cambio di indirizzo) che devono sostenere gli esami integrativi devono presentare domanda in Segreteria entro il 30 giugno di ogni anno. 
  2. Gli esami integrativi si svolgono in un’unica sessione speciale che deve avvenire prima dell’inizio delle lezioni. 
  3. Sono interessate all’esame le discipline non presenti nel piano di studio della scuola di provenienza, partendo dal primo anno di scuola superiore (questo significa ad esempio che devono essere sostenuti esami anche nelle materie del biennio, non fatte, che non sono più presenti al triennio). A tal fine sono predisposti programmi relativi alle singole discipline. 
  4. Per gli studenti di questo Istituto che sostengono gli esami per cambio di indirizzo, le discipline interessate sono quelle non previste nell'Indirizzo di provenienza ma comprese nel piano di Studi dell’indirizzo di destinazione per tutti gli anni di corso in cui tali discipline non sono state affrontate.

 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

  1. La presentazione delle domande per gli esami integrativi può essere fatta soltanto entro il 30 giugno dell’anno in corso. La domanda degli esami integrativi deve essere completa dei documenti che comprovano il percorso scolastico compiuto e dell’attestato dei versamenti effettuati (Tassa esame € 12,09 da effettuare sul c.c.p n. 1016 intestato all'Agenzia delle Entrate e contributo alla scuola € 30,00).
  2. In caso di rinuncia all’esame e/o di assenza all’esame stesso, il contributo scolastico non sarà rimborsato. Domande incomplete non saranno accettate. 
  3. La regolare presentazione delle domande ed il superamento delle prove non garantisce automaticamente l’ammissione alla classe richiesta, che potrà avvenire solo dopo l’effettuazione degli scrutini di settembre degli studenti interni con giudizio sospeso, i quali hanno, ovviamente, la precedenza sugli studenti provenienti da altre scuole o da altri indirizzi. 
  4. I candidati devono concordare un incontro con la Presidenza allo scopo di fornire tutte le indicazioni necessarie sui percorsi scolastici effettuati, indicazioni indispensabili per la definizione degli esami integrativi. Al termine dell’incontro con la Presidenza, se possibile, o in un incontro successivo, questa consegna al candidato (e/o alla sua famiglia) un modulo con l’indicazione delle discipline su cui dovrà vertere l’esame integrativo/idoneità. Tale modulo, in quanto consegnato in copia e firmato per ricevuta, rappresenta la comunicazione formale dell’Istituto delle discipline su cui verrà effettuato l’esame. Entro il 25 agosto sarà pubblicato sul sito dell’istituto l’elenco candidati completo delle materie su cui devono essere sostenute le prove, con la tipologia di verifica ed il calendario degli esami. 

 

EFFETTUAZIONE DELL’ESAME

Gli esami hanno luogo indicativamente la seconda settimana di settembre. Ogni candidato viene esaminato da una sotto-commissione composta da non meno di due insegnanti, di cui almeno uno della disciplina interessata. I candidati sono valutati con l'attribuzione di un voto nella disciplina d'esame da parte della sottocommissione. Al termine delle verifiche, viene convocata la commissione d'esame, appositamente nominata, per espletare le operazioni di scrutinio alla luce degli esiti delle prove sostenute. In tale scrutinio la commissione stabilisce l'ammissione o meno alla classe richiesta, riportando tale risultato in apposito verbale. La commissione si attiene ai criteri di valutazione stabiliti dal Collegio docenti. Nel caso di insufficienza in una o più discipline, la commissione delibera se ammettere lo studente interessato ad una classe inferiore a quella richiesta. 

 

GLOSSARIO

Esame integrativo: esame che deve svolgersi, nella scuola di destinazione prima dell’inizio delle lezioni, su materie o parti di materie non comprese nei programmi del corso di studi di provenienza. Questo esame viene svolto quando si passa ad una classe successiva rispetto a quella frequentata con successo (promozione). 

Esami di idoneità: esame che deve svolgersi, nella scuola di destinazione prima dell’inizio delle lezioni, su tutte le materie della/e classe/i precedente/i a quella richiesta. Questo esame viene svolto quando si passa ad una classe successiva a quella frequentata con successo (promozione). 

Nulla-osta: vuole letteralmente dire che niente ostacola la concessione al trasferimento in altra scuola. Si tratta uno strumento che la norma prevede per garantire che gli studenti soggetti al diritto/dovere di istruzione e formazione (fino ai 18 anni di età) lo rispettino. Il nulla- osta viene concesso dal Dirigente scolastico della scuola di appartenenza, dopo aver verificato che lo studente trovi accoglienza in altro Istituto o comunque espleti l’obbligo con una delle modalità previste dalla normativa 

 

MODULO RICHIESTA PASSAGGIO 

PER STUDENTI PROVENIENTI DA ALTRI ISTITUTI

 MODULO RICHIESTA CAMBIO INDIRIZZO 

PER STUDENTI INTERNI AL LEVI